Fondazione DNArt è una Fondazione riconosciuta dallo Stato dal 5 aprile 2004 ed è pienamente operativa. Il Centro Internazionale TE di Mantova sta divulgando a terzi una presunta "cessazione dell'attività" informazione totalmente infondata, vista la natura giuridica delle Fondazioni.






Anima Dell'Acqua


ACQUA, prima fonte di nutrimento e di vita sulla terra.
Dall’esigenza attuale e urgente di riappropriarsi delle risorse ambientali, partendo dalla consapevolezza e dalla scelta del singolo individuo di tutelare l’elemento più prezioso per la sopravvivenza e per la vita stessa, la Fondazione DNArt ha ideato Anima dell’Acqua: un progetto scientifico ed espositivo di “cultura ambientale” che si propone di far riemergere il valore dell’elemento nei singoli fruitori del progetto per insegnar loro a ritrovarlo anche nei singoli gesti della vita di ogni giorno ed imparare ad amare e proteggere un bene naturale che da sempre ha creato con l’uomo un rapporto sacrale,unico, eterno e indissolubile.

Risulta fondamentale porsi domande e interrogarsi sul valore non solo ambientale ma culturale e simbolico dell’acqua, su cosa essa ha rappresentato per le passate civiltà e su cosa continua a rappresentare nel cuore di ogni essere umano. Porsi un tale interrogativo, trasmettere gli strumenti di valutazione e salvaguardia è oggi un dovere verso la società e le future generazioni del pianeta.
La ricchezza culturale italiana permette di tracciare un percorso simbolico attraverso l’archeologia, l’arte antica e moderna sul tema per ritrovare e far ritrovare quella “cultura dell’acqua” intesa come esperienza sociale condivisa e in grado di creare nella collettività un approccio responsabile, consapevole e attivo.







MATER
Percorsi simbolici sulla Maternità

MATER è un progetto a carattere artistico culturale ideato da Fondazione DNArt per l'anno 2015.

Tale progetto intende ripercorrere un viaggio simbolico volto alla consapevolezza della figura materna intesa non solo come strumento biologico di vita, ma in quanto valore culturale e sociale sacro, unico, eterno e indissolubile; come legame archetipico e ancestrale che accompagna da sempre non solo lo sbocciare della vita, ma anche e soprattutto la crescita interiore dell’individuo e il destino stesso dell’umanità.

L’importanza simbolica e sacrale della maternità si manifesta nell’immaginario dell’uomo fin dalle origini della sua evoluzione e permane a livello conscio ed inconscio come elemento portante della liturgia della vita stessa. Filosofia, arte e religioni affidano alla maternità un ruolo primario per l’esistenza stessa di ogni manifestazione spirituale e trascendente. Essa costituisce un archetipo di ogni civiltà in tutto il mondo.

Il rapporto materno rappresenta, nella società attuale, il riferimento primario più forte e incorruttibile, il contenitore in cui la vita può mantenere e garantire il proprio sviluppo armonico; in cui può continuare ad essere il modello indispensabile; in cui può perpetuare le antiche regole di sapienza collettiva; in cui l’uomo può tornare a essere in sintonia con il battito del mondo.

Di fronte al grande miracolo della vita espresso da capolavori antichi e moderni risulta fondamentale porsi delle domande, interrogarsi su cosa la famiglia abbia rappresentato e continui a rappresentare nel cuore e nella vita collettiva di ogni essere umano. Perché porsi una tale domanda non è solo un esercizio retorico, ma rappresenta un dovere verso le future generazioni.

 
English - © Fondazione DNArt